Magic In The Moonlight, Review

MV5BMTQ3NDY5NjIwN15BMl5BanBnXkFtZTgwNjQ2ODkxMjE@._V1_SX640_SY720_

Wei Ling Soo in an asian magician who travels the world doing his amazing and captivating shows, but in reality, he is just a character created by Stanley Crawford, an english man who actually hasn’t anything asian. Stanley is a rational, cynic, arrogant and full of himself man who’s only goal in life is to show that there’s absolutely nothing behind what we see and touch. His presumption makes him accept a deal with his friend: Stanley has to expose a psychic, Sophie, who’s trying to fool a rich family just to get their money, making them believe she can actually talk to the spirit of their deceased father. Sophie charms Stanley to the point where he doubts his own believes. It’s a war between reality and illusion, touchable and untouchable, thoughts and emotions, all mixed with an incredible cast and a surprising finale, just like the biggest magic. Woody Allen enchants us all again, just like every other time, with a brilliant movie, great script and scenarios. The message is deep but he deals with it in a very light way… truth is, we can try and explain everything, the only reality is that people NEED dreams, illusions and feelings because that’s what makes us all humans

(cast: Emma Stone, Colin Firth, Marcia Gay Harden,Hamish Linklater, Jacki Weaver, Eileen Atkins, Erica Leerhsen, Simon McBurney, Jeremy Shamos, Kenneth Edelson)


 Wei Ling Soo è un mago asiatico che porta in tutto il mondo i suoi incredibili spettacoli, ma in realtà, è soltanto un personaggio inventato dall’inglese Stanley Crawford, che di asiatico ha ben poco. Stanley è un uomo cinico, razionale, egocentrico ed arrogante, il cui scopo nella vita è dimostrare che non esiste assolutamente nulla oltre a ciò che vediamo e tocchiamo. La sua presunzione lo porta ad accettare la proposta di un amico: Stanley deve smascherare una sensitiva, Sophie, che sta cercando di raggirare una facoltosa famiglia francese fingendo di poter parlare col defunto marito della ricca signora. Sophie ammalia Stanley portando l’uomo al punto di dubitare delle sue stesse convinzioni. E’ una lotta tra realtà ed illusione, tangibile ed intoccabile, ragione e sensazione, il tutto unito ad un cast incredibile ed un finale sorprendente, proprio come il più grande trucco di magia. Woody Allen incanta tutti noi di nuovo, proprio come ogni volta, con un film brillante, dialoghi fantastici e magnifici scenari. Il messaggio è profondo ma trattato con grande leggerezza… la verità è che possiamo provare a spiegare razionalmente ogni cosa, ma l’unica realtà è che ABBIAMO BISOGNO dei sogni, delle illusioni e dei sentimenti perchè sono proprio queste le cose che ci rendono umani

B.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s