Interview, Lea Michele – Intervista, Lea Michele

Giffoni Film Festival - Day 3

Dealing with topics such as love in all of its forms, including the acceptance of one’s own sexuality, diversity in general and facing problems that teenagers face everyday,  it is pretty clear that this TVShow became a phenomenon. The Glee sensation is deeply rooted in the identification that the audience is able to create with the characters.

Me and my colleagues had the chance to speak to the adorable Lea Michele at her press conference yesterday. What a lovely girl. 

649 are the songs that the Glee cast sang in the 5 seasons. But you are also a musician and a music fan in general, so if you could have an ipod with just a few songs from Glee or your album Louder, which one would you chose?

“ So, I’ll just pick from Glee to make it easier. I love so many songs from the show, I would definitely pick Don’t stop believing, Don’t rain on my parade, I loved… Oh My God they are so many… I loved all the cast numbers that we did in all the series, a bunch from the Madonna episode are my favorite… It’s just so hard to pick a few, it’s like picking which one of your children you love the most, but there are always throughout the seasons, you know, songs that I say ‘they are my favorite’ then I sing a new one and I’m like ‘No, this one is my favorite’. But my favorite of all time is Don’t stop believing and also Don’t rain on my parade as I said. I mean, 649 that’s so many I can’t believe that… I must be very old.” she laughs 

We all know your biggest icon is Barbra Streisand, what’s your opinion on her?

“I admire her so much, I don’t think I would be here if she hadn’t existed. She made the way for women who are unique, and I really look up to her. If not my favorite, Funny Girl is one of my favorite movies of all times” Lea informs

Your family is from Naples, Italy. Is this south italian tradition still strong in your family?

“Absolutely. We have sunday dinners and I’m so thankful because my italian family has thought me so much about how to really love. I’m  so proud to be italian. Being here and see how kind and loving everybody is, makes me even more proud” admits

How much of your success is due to internet and social network?

“I really think that internet plays a big role. It’s a way for kids all over the world to get access to people that they love and interact with them” she says 

We live in the TVShow era, do you watch any series?

“I just love watching TV, I watch everything. So I would come home after a long day of work, turn the TV on and watch a bunch of  different stuff” comments 

People goes crazy about you. Wherever you go, kids just go wild. Have you ever done something, I wouldn’t say crazy, but at least wild for one of your icons?

“I think there’s a difference between this generation and my generation, let me explain…”

No need Lea, I’m your generation, I’m your age

“Oh perfect, so you know that now there are more social media involved. For our generation it was hard to know where our idols were going to be. Now with facebook, twitter, you know where the person is so you can go and meet him. For me, I would write like fan letters to people I thought were amazing. You know, most of them were singers, I remember I just loved Alanis Morissette, Barbra of course, but for the most part, I’m more shy than my character, so I just look at them from the far and freak out by myself. But when I did meet Barbra for the first time, I kept it together at the beginning. The moment she walked away I started to hysterical cry” she explains 

Your debut was in Broadway when you were 8, how did you keep yourself grounded starting in the show business at that early age?

“It’s a really challenging industry to live in, but for me, if I didn’t have the family that I have, it would have been different. When I’m at work, I’m at my work, when I’m home I’m not an actor, I’m just Lea, my parents’ daughter, my cousins’ relative, I’m who I am. What’s challenging in this industry is that people stop seeing their friends, daughters ad who they really are and they just start see them as the stars they represent. My family never looked at me like that, they see me for who I am and I love to make them proud through my work, but I just love being seen for just myself” she says

What are your future projects?

“I’m currently working on my second book and it’s going to come out in 2015 and it’s 50% done, I’m going to start my next album in a few months and I’m hoping to have that out next year as well. I would like to tour, I was planning to do something overseas this summer, but my summer just got so busy: second album, second book, 6th season of Glee… lots happening” 

A lot of great stars featured in Glee with their music, which one was your favorite and the most memorable episode?

“I loved the Madonna tribute, I’m a fan so… The Britney Spears episode was so much fun. But when we did the episode with the music from the Fleetwood Mac, Stivie Nicks came on set and she watched everything we did. No one else has done that, you know, she came to hear her songs being sung, I got to sing her song when she was in the same room and we actually became really good friends” explains 

We are approaching the last season of Glee. Rachel’s life has been a roller coaster she had bad moments, great successes. This character is really close to your heart so if it was your choice, what would be the perfect finale for Rachel?

“I feel like so many of her dreams came true, she got to perform on Broadway, she had a great love. I think that what’s next for her and what I would hope for her is just to continue to be happy and always sing and perform because that’s what she loves. But this next season, although I can’t say what is going to happen, it’s very special and it’s exactly how I would imagine the show should end so I think everybody will be very proud. It’s going to be really sad to leave her (Rachel) but it’s been such a pleasure” concludes

And it was also a pleasure for us Lea


Trattando temi come l’amore in tutte le sue forme, inclusa l’accettazione della propria sessualità, la diversità in generale ed affrontando problematiche che i teenagers affrontano ogni giorno, è abbastanza chiaro che questo telefilm sia diventato un fenomeno. La Glee sensation è profondamente radicata nell’identificazione che il pubblico crea con i personaggi.

Io ed i miei colleghi abbiamo avuto la possibilità di parlare con la dolcissima Lea Michele alla sua conferenza stampa ieri. Che ragazza adorabile.

649 è il numero di canzoni che il cast di Glee ha cantato nelle 5 stagioni, ma tu sei anche una cantante e fanatica di musica in generale, se tu potessi avere un Ipod con un numero limitato di canzoni da Glee ma anche dal tuo album Louder, quale sceglieresti?

“Allora, scelgo solo da Glee così è più facile. Mi piacciono così tante canzoni, sceglierei sicuramente Don’t stop believing e Don’t rain on my parade, poi adoro… Oh mamma sono così tante… Mi sono piaciuti tutti i numeri che abbiamo fatto in gruppo ed alcune canzoni dall’episodio tributo a Madonna sono tra le mie preferite… E’ troppo difficile sceglierne solo alcune, è come scegliere quale dei tuoi figli ami di più, ma sai, capita sempre durante le serie che io dica ‘questa è la mia canzone preferita’, poi ne canto una nuova e dico ‘ah no, questa è la mia preferita’. Ma, come ti ho detto, le mie preferite in assoluto sono Don’t stop believing e Don’t rain on my parade. Cioè, 649 canzoni sono proprio tante, non ci posso credere… devo essere molto vecchia” ride

Sappiamo bene che la tua più grande icona è Barbra Streisand, che opinione hai di lei?

“”L’ammiro tantissimo, credo che io non sarei qui se lei non fosse esistita. Ha spianato la strada per le donne che sono uniche ed è una grande fonte di ispirazione per me. Funny Girl è uno dei miei film preferiti, se non il preferito” Lea informa

La tua famiglia è italiana, di Napoli. La tradizione del sud Italia è ancora fortemente radicata nei tuoi familiari?

“Assolutamente. Abbiamo la cena domenicale e ne sono grata perché la mia famiglia italiana mi ha insegnato tantissimo su come amare davvero. Sono orgogliosa di essere italiana. Essere qui oggi e vedere quanto affettuosi, calorosi e gentili siete tutti voi, mi rende ancora più orgogliosa” ammette

Quanto del tuo successo è dovuto ad internet ed ai social network?

“Penso che internet abbia giocato un grande ruolo. E’ un buon modo per i ragazzi di tutto il mondo di entrare in contatto con i loro idoli ed interagire con essi” dice

Viviamo nell’era dei telefilm, c’è qualcuno di questi che segui con particolare passione?

“Io amo guardare la televisione, guardo di tutto. Quindi quando torno a casa dopo una lunga giornata di lavoro, accendo la TV e guardo tantissime cose diverse” commenta

La gente impazzisce per te. Ovunque tu vada i ragazzi lo rendono  un evento epocale. Hai mai fatto qualcosa di, non necessariamente folle, ma comunque forte per una delle tue icone?

“Credo ci sia una differenza tra questa generazione e la mia, mi spiego…”

Non c’è bisogno Lea, io faccio parte della tua generazione, abbiamo la stessa età

“Oh perfetto, allora sai bene che ora ci sono molti più social media coinvolti. Per la nostra generazione era difficile sapere dove si trovassero i personaggi che amavamo. Ora, con Facebook e Twitter, sai dove si svolgono gli eventi, quindi puoi recarti lì ed incontrare le star. Per quanto mi riguarda, io scrivevo cose tipo lettere da fan ai personaggi che consideravo grandi. Sai, erano quasi tutti cantanti, ricordo che amavo Alanis Morissette, Barbra ovviamente, ma in linea di massima, io sono molto più timida del personaggio che interpreto, quindi preferisco guardare le celebrità da lontano e starmene in un angolo a gioire da sola. Ti dico però che quando ho incontrato Barbra per la prima volta, all’inizio ho mantenuto la calma, ma appena è andata via, sono scoppiata in un pianto isterico” 

Hai debuttato a Broadway a soli 8 anni. Come hai fatto e restare coi piedi per terra pur avendo iniziato così giovane?

“E’ un’industria difficile da affrontare, ma per quanto mi riguarda, se non avessi avuto la famiglia che ho, le cose sarebbero andate diversamente.Quando lavoro, lavoro, quando sono a casa, non sono un’attrice, sono Lea la figlia dei miei genitori, la parente dei miei cugini, sono semplicemente me stessa. La cosa difficile quando hai a che fare con questo mondo, è che la gente smette di vederti come amica, figlia e comincia a vederti solo per la star che rappresenti. La mia famiglia non mi ha mai guardata in quel modo, mi vede solo per quello che sono ed io adoro renderli orgogliosi di me attraverso il mio lavoro, ma amo di più che mi vedano per chi sono veramente” dice

Quali sono i tuoi progetti futuri?

“Sto scrivendo il mio secondo libro, sono a metà ed uscirà nel 2015, inizierò a lavorare sul mio nuovo album tra un paio di mesi e spero di pubblicare anche quello il prossimo anno. Mi piacerebbe andare in tour, stavo pensando di fare qualcosa oltreoceano quest’estate, ma sono talmente impegnata: secondo album, secondo libro, sesta stagione di Glee da girare… tante cose stanno accadendo”

Tante grandi star hanno fatto parte di Glee attraverso la loro musica, qual’è stato il tuo episodio preferito e quello che ricordi maggiormente?

“Amo l’episodio tributo a Madonna, anche perché sono una grande fan, quindi…quello di Britney Spears è stato molto divertente. Ma quando abbiamo girato l’episodio con la musica dei Fleetwood Mac, Stivie Nicks è venuta sul set per assistere alle riprese. Nessuno l’ha fatto, sai, è venuta a sentire le sue canzoni che venivano cantate da altri. Io ho cantato una sua canzone mentre lei era nella stessa stanza e siamo anche diventate buone amiche” spiega

Ci avviciniamo all’ultima serie di Glee. La vita di Rachel ha senz’altro avuto molti alti e bassi, ha attraversato momenti molti difficili ed avuto successi strepitosi. Questo personaggio ti sta molto a cuore quindi, se la scelta fosse tua, quale vorresti fosse il finale perfetto per Rachel?

“Penso che abbia realizzato già la maggior parte dei suoi sogni, ha recitato a Broadway, aveva un grande amore. Credo che il prossimo passo, e quello che io le auguro, sia di continuare a cantare ed esibirsi perché è ciò che ama di più. Ma questa prossima serie, anche se non posso anticipare niente, è molto speciale ed è esattamente il finale che, secondo me, lo show dovrebbe avere. Sono sicura che ne saranno tutti molto orgogliosi. Sarà davvero difficile lasciarla (Rachel), ma è stato un grandissimo piacere” conclude

Ed è stato un piacere anche per noi Lea

B.

Advertisements